Controlli del Nas nelle Rsa in tutta Italia, sanzioni in provincia di Pescara e Chieti

I carabinieri del Nas hanno controllato 191 strutture sanitarie per anziani e persone con disabilita’ su 600 ispezionate in tutta Italia. Undici non erano in regola con le norme di prevenzione degli incendi o presentavano carenze tali negli impianti per la prevenzione e l’eliminazione dei pericoli che sono state chiuse e gli ospiti trasferiti. Nelle province di Pescara e Chieti i legali responsabili di una casa di riposo e di una comunita’ alloggio sono stati sanzionati perche’ ospitavano un numero eccessivo di anziani. In un caso ce n’erano ben 13 in piu’ rispetto al numero consentito dall’autorizzazione. 

Dodici le strutture abusive o con gravi deficit in materia sanitaria ed edilizia, ritenute incompatibili con la permanenza delle persone alloggiate, per un impatto economico stimato in oltre 9 milioni di euro. Negli altri casi sono state riscontrate inadeguatezze strutturali, gestionali e autorizzative, come l’abusivo ampliamento della capacita’ ricettiva, con presenza di un numero di anziani superiore al limite consentito e la conseguente inadeguatezza degli spazi disponibili. In tutto sono state denunciate 43 persone, accusate di esercizio abusivo della professione di medico o infermiere, detenzione di farmaci scaduti e violazioni in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro. Superano i 67 mila euro le sanzioni elevate ad altri 153 gestori e responsabili delle strutture

 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Vinitaly, la premier Meloni allo stand Abruzzo

La premier Giorgia Meloni, ha visitato  al Vinitaly lo “Spazio-Abruzzo”, padiglione 12: è stata accolta …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *