ELearning, sempre piu’ frequentate le piattaforme del sapere on demand

Il settore della conoscenza condivisa, del sapere in rete, in una parola dell’elearning, cresce rapidamente anno dopo anno. Apprendere online padroneggiando le tecnologie multimediali e digitali disponibili su internet genera un giro di affari che Docebo calcola in 240 miliardi di dollari nel 2023. In Europa parliamo di un’area di mercato che vale oggi circa 8 miliardi di dollari di ricavi, secondo stime Ambient Insight Research, su un valore globale di quasi 47 miliardi di dollari, con gli Stati Uniti che da soli rappresentano praticamente la meta’ del comparto elearning mondiale (23,3 miliardi di dollari). La spesa maggiore e’ per i contenuti, oltre 33 miliardi di dollari, ovviamente, seguita da quella tecnologica in piattaforme e servizi. Qualche dato c’e’ anche sui corsi online piu’ frequentati, che sono per il 16,8 per cento di business & management, per l’11,3 per cento di scienze naturali, per il 10,8 per cento di scienze sociali, per il 9,7 per cento di informatica, quindi materie umanistiche e medicina e scienze mediche e sanitarie. L’elearning e’ considerata di fatto una delle industrie col maggiore tasso di crescita, dal 2000 ad oggi del 900 per cento. Secondo lo studio Brandon Hall, questo tipo di apprendimento da remoto e in tempo reale, in genere, richiede dal 40 per cento al 60 per cento in meno della disponibilita’ di tempo da parte degli studenti, per imparare gli stessi concetti rispetto alla modalita’ tradizionale in aula. Una delle piu’ grandi community online per il sapere on demand e’ Superprof.it, che raggiunge oggi 3,4 milioni di utenti di 16 paesi diversi, con 2 milioni di insegnanti e oltre 1000 aree disciplinari. Vincitrice del Premio internazionale “Tour de France Digital 2016”, Superprof ha generato finora 16 milioni di ore di lezione disponibili in 6 lingue dall’Europa al Brasile, dal Cile al Messico, dall’India agli USA. Creata nell’agosto 2013 da Wilfried Granier e Yann Le’guillon, la startup ha come scopo quello di offrire, grazie al suo marketplace, una condivisione delle conoscenze senza limiti e di facile accesso, grazie ad uno strumento che permette di mettere in contatto coloro che desiderano imparare e chi desidera insegnare. Un servizio presente anche nel nostro Paese e nella Top 10 delle discipline piu’ frequentate on demand troviamo: matematica, inglese, sport, francese, piano, supporto scolastico, chitarra, spagnolo, disegno, canto. Nel 2015 in tutto il mondo, sono stati stimati da Class Central in 35 milioni gli studenti di corsi online, che hanno visto coinvolte oltre 4.000 universita’. 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Coronavirus, sono 3.633 i nuovi casi positivi al covid-19 (di età compresa tra 1 mese e 101 anni)

Oggi in Abruzzo si registrano 3633 nuovi positivi al covid-19 (di cui 2011 emersi da …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *