Elezioni regionali, verso il sì di Giovanni Legnini

Giovanni Legnini in una lunga intervista al Centro traccia il quadro della situazione legato alla sua possibile candidatura, annunciando la conclusione della sua riflessione e l’avvio della condivisione delle sue decisioni. « Mi candido solo con un progetto radicale di cambiamento degli indirizzi e dei metodi di governo capace di mettere l’istituzione e la comunità regionale nelle condizioni di avviare una nuova stagione di crescita economica e civile dell’Abruzzo. Mi candido se ci sarà una coalizione ampia, plurale, oltre le appartenenze partitiche» dichiara Legnini a Lorenzo Colantonio.

L’ex vice presidente del CSM parla anche dei tempi della sua decisione. «Il tempo della mia riflessione non è frutto di indecisione ma è la naturale conseguenza della necessità di definire un progetto forte con una squadra nuova. Per più di quattro anni sono stato rigorosamente fuori dalla politica ed è stato necessario ascoltare e dialogare con molti. Entro questa settimana attendo le risposte di altri, delle persone e dei gruppi con i quali ho dialogato. Agli inizi della prossima settimana, se il progetto che ho in mente si realizzerà, dirò sì. In caso contrario sarà un no».

Legnini ritiene la partita per la vittoria «apertissima» e cita l’ex rettore dell’Università di Teramo, Luciano D’Amico che ha collaborato con lui nella stesura del programma. 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Abruzzo, in sette anni persi quasi 49 mila abitanti

L’Abruzzo dal 2013 al dicembre 2020 ha perso ben 48.906 abitanti, ossia una intera città …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *