Grano, prezzi in aumento del 5,6 per cento rispetto ad aprile

 I prezzi delle materie prime alimentari a livello mondiale sono diminuiti modestamente a maggio per il secondo mese consecutivo, con l’Indice Fao dei prezzi alimentari che ha registrato una media di 157,4 punti nel maggio 2022, un calo dello 0,6% rispetto ad aprile. Lo rileva ‘Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura (Fao), precisando che l’Indice, che registra le variazioni mensili dei prezzi internazionali di un paniere di prodotti alimentari comunemente commercializzati, è tuttavia rimasto più alto del 22,8% rispetto al maggio 2021.

L’Indice Fao dei prezzi dei cereali è aumentato del 2,2% rispetto al mese precedente, guidato dai prezzi del grano, che sono aumentati del 5,6% rispetto ad aprile e del 56,2% rispetto al valore corrispondente di un anno prima. I prezzi internazionali del grano, in media solo l’11% al di sotto del massimo storico raggiunto nel marzo 2008, sono aumentati in risposta al divieto di esportazione annunciato dall’India e alle preoccupazioni per le condizioni dei raccolti in molti dei principali Paesi esportatori, nonché alle ridotte prospettive di produzione in Ucraina a causa della guerra. Anche i prezzi internazionali del riso sono aumentati in modo generalizzato, mentre i prezzi dei cereali secondari sono diminuiti del 2,1%, con un calo ancora più marcato dei prezzi del mais in seguito al leggero miglioramento delle condizioni dei raccolti negli Stati Uniti d’America, alle forniture stagionali in Argentina e all’imminente inizio del raccolto principale di mais in Brasile.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Truffe dei finti incidenti, maxi operazione di Polizia e Guardia di Finanza a Chieti

Operazione di Polizia Giudiziaria condotta dalla Polizia di Stato e dalla Guardia di Finanza di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *