Pescara, imbrattati i muri esterni della sede della Cgil

Imbrattati, nella notte, con scritte con vernice rossa, i muri esterni della sede regionale della Cgil di viale Benedetto Croce a Pescara. La scoperta questa mattina è stata fatta dagli addetti alle pulizie. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Digos della Questura di Pescara. “Ci hanno riempito giorni fa di insulti anche sulle pagine Facebook. Credo – spiega Luca Ondifero segretario della Cgil di Pescara – siano azioni riconducibili ai no Vax. Sono atti che non ci intimidiscono, andiamo avanti e continuiamo a fare il nostro lavoro. Abbiamo ovviamente avvisato le autorità di polizia competenti”. Qualche settimana fa all’interno della sede della Cisl di Pescara ignoti danneggiarono gli arredi degli uffici.

Giuseppe Merola, coordinatore regionale Fp Cgil Abruzzo Molise – Funzioni centrali e Gino Ciampa, coordinatore regionale Fp Cgil Abruzzo Molise-Polizia Penitenziaria, in una nota, dicono: “Esprimiamo profonda solidarietà e vicinanza, per i vili attacchi che, questa notte, hanno colpito la casa delle lavoratrici e dei lavoratori di Pescara, con l’ignobile imbratto delle mura esterne della sede regionale/provinciale e confederale/categorie della Cgil. La Cgil, nel ricordo dell’anniversario della morte di Giuseppe Di Vittorio, resta un sano baluardo di democrazia e legalità, portatrice di interessi collettivi, da sempre al fianco degli ultimi. Non passeranno! Non ci lasceremo intimidire! Le nostre idee, la nostra storia ed i nostri valori restano un faro ed un’ancora per il Paese. Abbracciamo fraternamente tutte le compagne ed i compagni”.

“Troppo spesso capita ormai di dover commentare gli atti di vandalismo perpetrati nei confronti delle sedi sindacali. Il Partito democratico abruzzese respinge con profondo sdegno l’ennesimo episodio di devastazione, questa volta ai danni della CGIL a Pescara”. Lo ha detto Daniele Marinelli, responsabile organizzazione del Pd Abruzzo riferendosi agli atti di vandalismo di questa notte a Pescara dove sono stati imbrattati vetri e pareti esterne della sede Cgil del capoluogo adriatico con scritte di contenuto ‘no vax’. “Siamo molto colpiti e preoccupati, ma decisi a reagire con grande determinazione, alzando le barriere in difesa della libertà e della democrazia in questo Paese – ha aggiunto Marinelli – Non ci limitiamo ad esprimere massima solidarietà al Sindacato, ma vogliamo dire con forza che siamo tutti la Cgil e che saremo sempre al fianco delle forze sindacali e delle organizzazioni che lottano per difendere la Costituzione, i principi di libertà e uguaglianza e la dignità del lavoro”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Lavoro, camerieri e baristi quasi introvabili nel Teramano

Camerieri di sala e baristi, ma anche sommelier, maitre e pizzaioli restano ancora quasi introvabili: …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *