Premio Benedetto Croce, selezionate le terne dei finalisti della XVII edizione

La giuria del Premio Nazionale di Cultura ‘Benedetto Croce’ di Pescasseroli ha reso noto le terne dei finalisti della XVII edizione. Per la Narrativa concorreranno Michela Marzano con “Stirpe e vergogna” (Rizzoli), Fabio Stassi con “Mastro Geppetto” (Sellerio) e Laura Imai Messina con “Le vite nascoste dei colori” (Einaudi). Per la Saggistica i finalisti sono Emanuele Fiano con “Il profumo di mio padre” (Piemme), Raffaella Scarpa con “Lo stile dell’abuso” (Treccani), Michele Salvati e Norberto Dilmore con “Liberalismo inclusivo” (Feltrinelli). Per la Letteratura giornalistica è stata invece selezionata una quaterna: Goffredo Buccini con “Il tempo delle mani pulite” (Laterza), Giovanni Rinaldi con “C”ero anch’io su quel treno” (Solferino), Paolo Valentino con “L’età di Merkel” (Marsilio) e Mirella Serri con “Claretta l’hitleriana” (Longanesi).

Le giurie avranno ora circa due mesi e mezzo di tempo per esaminare e giudicare le opere proposte. Il loro giudizio verrà comunicato nel corso dell’assemblea che avrà luogo a Montesilvano venerdì 27 maggio. Poi la giuria presieduta da Dacia Maraini esaminerà le loro indicazioni e decreterà i vincitori dell’edizione 2022 che verranno premiati a Pescasseroli il 30 luglio.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Torna ‘Caffè letterario’ a Pineto

Lezione-spettacolo dal titolo ‘Jim Morrison e il mito di Dioniso – The scream of the …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.