Presentato il Patto per la Lettura della città di Pescara

«Il Patto per la Lettura, cui tutti possono liberamente aderire, rappresenta una grande opportunità per la città di Pescara, oserei dire una conquista di democrazia culturale». Così l’assessore alla Cultura del Comune di Pescara Maria Rita Carota ha illustrato agli operatori culturali, ai cittadini e ai giornalisti i contenuti del documento che rilancia per il prossimo triennio le sue funzioni con l’obiettivo di promuovere in modo continuativo, trasversale a ceti sociali e appartenenze, tutte le forme di lettura e di conoscenza.  

Le finalità specifiche del Patto, che dedica un ruolo importante alle istituzioni scolastiche e intende valorizzare i contributi di soggetti pubblici e privati, istituzioni culturali, università, fondazioni, imprese, professionisti, associazioni e singoli cittadini che intendano impegnarsi per ideare e sostenere progetti condivisi, indicano come prospettiva una grande alleanza cittadina «per favorire la scoperta, la funzione inclusiva della cultura – ha continuato l’assessore Carota – per sentirsi maggiormente appartenenti a un’identità e a una comunità, che non è solo locale ma universale. Come amo dire, possiamo far riscoprire la “bellezza” della cultura anche a chi non prede in mano in libro perché non è stimolato a farlo o perché è attratto da interessi e passatempi spesso effimeri.  Ognuno di noi può dare un sostegno e a questo punta anche il Patto per la Lettura».  

A tal fine il Comune di Pescara ha creato già dal 2016, in capo all’Assessorato alla Cultura, un gruppo locale di promozione del libro e della lettura denominata Rete permanente per la promozione del libro e della lettura, alla quale aderiscono oggi 66 soggetti e cui possono partecipare realtà con comprovata competenza ed esperienza in materia (associazioni, biblioteche, istituti scolastici, Università, fondazioni, librerie, case editrici, soggetti editoriali ed altri similari). La Rete, a cadenza triennale, individua un Tavolo di Coordinamento, presieduto dall’assessore alla Cultura e composto da sette rappresentanti delle diverse espressioni.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

L’atmosfera del Medioevo di scena a Spoltore. Appuntamento sabato 2 e domenica 3 luglio.

L’atmosfera del Medioevo torna di scena a Spoltore: “non è una rievocazione ma una storia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.