Scuola Macondo lancia il laboratorio di scrittura con 7 borse di studio della Fondazione Pescarabruzzo

Sono 7 ragazze tra i 14 e i 17 anni in condizioni di svantaggio per 7 storie da raccontare, le protagoniste al femminile, del progetto di scrittura creativa ideato e realizzato dalla Scuola Macondo – l’Officina delle Storie di Pescara con il contributo della Fondazione Pescarabruzzo.

Obiettivo del progetto “Parole e inchiostro. Laboratorio di Scrittura e Creatività” della Scuola Macondo, fondata e diretta dallo scrittore abruzzese Peppe Millanta, è coinvolgere le scuole per costruire un percorso di studio articolato in circa 3 mesi di formazione, sia frontale che laboratoriale, da svolgersi entro il 2022 e affidato a professionisti ed esperti del settore.

Alle 7 ragazze candidate al progetto l’Associazione di Promozione Sociale (APS) Macondo  intende devolvere 7 borse di studio che coprano l’intero svolgimento del percorso didattico del corso, che si svolgerà due volte a settimana, per un totale di circa 20 incontri della durata di 2 ore ciascuno. Le lezioni si svolgeranno nella sede dell’Aps Macondo, in via C. De Cesaris n. 36 a partire dal pomeriggio di martedì 7 giugno.

La didattica del corso offrirà alle studentesse gli elementi fondamentali della scrittura creativa, spendibili in molte forme testuali, che andranno ad arricchire le competenze già offerte dalla scuola.

Oltre a lezioni e laboratori, il percorso verterà sullo studio di alcuni dei più rilevanti personaggi femminili della Storia: dalla letteratura all’arte, dalla scienza al mito e sulla conoscenza di se stesse. Le studentesse saranno chiamate a realizzare un’antologia di racconti a loro ispirata; verrà così affrontato anche il tema della riscrittura di se medesime e della trasposizione, per stimolare la creatività offrendo modelli di ispirazione per il percorso di vita stesso delle partecipanti.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Nuovo cd dei Solisti Aquilani diretti da Ashkenazy

I Solisti Aquilani con la direzione artistica di Maurizio Cocciolito, hanno dato corpo all’immaginazione del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *