Finisce in parita’ lo scontro diretto tra Pescara e Palermo

Finisce in parita’ lo scontro diretto per la salvezza contro il Pescara. I rosanero cancellano solo in parte la “maledizione” Barbera conquistando il primo punto dopo avere perso tutte le otto partite fin qui disputate. Finisce 1-1 grazie ai gol di Robin Quaison, al secondo centro consecutivo dopo quello di Genova, al quale replica in pieno recupero Biraghi su calcio di rigore La partita non e’ bella, ma combattuta e sentita dalle due squadra, vista l’importanza della posta in palio. Il Palermo mostra la sua migliore condizione mentale dopo il successo al Ferraris e sfiora il secondo successo consecutivo. Un pareggio che serve al Palermo per fare un piccolo passo e portarsi a quattro punti dall’Empoli che affrontera’ alla ripresa il 7 gennaio. Gli abruzzesi, restano ultimi con nove punti. Corini conferma il 3-4-2-1 con il rentro di Gonzalez tra i tre centrali difensivi; confermato il duo Jajalo-Gazzi in mezzo al campo; in avanti torna titolare Diamanti nel ruolo di trequartista accanto a Quaison e a supporto di Nestorovski. Stesso modulo per Oddo che deve fare a meno di Manaj, alle prese con una sindrome influenzale; out anche gli ex Pepe e Verre, il primo infortunato e il secondo per squalifica; in attacco Pettinari affiancato da Caprari e Benali. Il Palermo mantiene possesso palla e prova a velocizzare la manovra, ma trova difficolta’ a penetrare in area avversaria. Il Pescara non sta a guardare e al 13′ Memushaj raccoglie una corta respinta di Gonzalez e ci prova con un tiro potente che finisce altissimo. Al 23′ il primo tiro dei padroni di casa verso lo specchio della porta, conclusione di Jajalo un po’ troppo debole per impensierire Bizzarri, buona l’intenzione. Al 34′ il Palermo passa in vantaggio: dai piedi di Diamanti nasce l’assist per Quaison che avanza centralmente, elude i difensori avversari e con un destro potente infila il pallone sotto la traversa. Non succede altro fino al termine del primo tempo che si chiude sull’1-0. Nessun cambio ad inizio ripresa. La partita si mantiene equilibrata, combattuta e con pochissime occasioni da rete. Al 16′ Diamanti lascia il posto a Bruno Henrique. Il Pescara ora prova a fare la partita e avanza il baricentro. Al 21′ e’ pero’ il Palermo a sfiorare il raddoppio: angolo dalla destra di Bruno Henrique e stacco di testa di Nestorovski che finisce di pochissimo a lato. Il Pescara inserisce due ex: al 22′ Brugman per Bruno e al 31′ Cristante per Campagnaro, oltre a Zuparic al 33′ per Gyomber. Nel Palermo al 33′ Chochev prende il posto di Jajalo e al 38′ Trajkovski per Quaison. Al 44′ gol annullato al Pescara: angolo da sinistra, sponda per Fornasier che insacca sul secondo palo; segnalato il fuorigioco. Al 47′ rigore per il Pescara per il fallo di Gonzalez su Caprari; Biraghi dal dischetto spiazza Posavec. Il Palermo subisce il colpo e rischia di capitolare al 49′ quando Posavec compie il miracolo su una conclusione ravvicinata di Memushaj. 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Aracu: il pattinodromo dei Gesuiti come Centro della Fisr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *