Il Pescara perde col Venezia e sprofonda verso la serie C

Il Pescara sprofonda verso la serie C dopo la sconfitta in casa contro il Venezia che veleggia nei piani alti della classifica. All’Adriatico i lagunari battono i biancazzurri con un gol per tempo portando a casa un successo meritato. Solo dopo lo 0-2 la squadra di Roberto Breda ha avuto una reazione creando un paio di occasioni da gol e, soprattutto, fallendo all’85’ un calcio di rigore con Ceter che avrebbe potuto riaprire il match. Il Venezia prende subito in mano le redini del gioco e al 15′ passa grazie a un’autorete di Sorensen che sugli sviluppi di un angolo devi’a il pallone nella propria porta. Poco piu’ tardi Aramu sfiora il raddoppio, mentre per vedere un tentativo del Pescara bisogna attendere il 27′ (tiro alto di Masciangelo). Prima dell’intervallo Scognamiglio sbaglia un retropassaggio, ma Fiorillo e’ bravo a opporsi alla conclusione ravvicinata di Bocalon. Nella ripresa il Venezia gestisce il vantaggio e al 30′ raddoppia di testa con Modolo, sempre sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina. A questo punto i padroni di casa reagiscono e sfiorano il gol con Scognamiglio (colpo di testa deviato da Pomini) e Tabanelli (tiro fuori misura), poi Ceter calcia alto il penalty e vanifica il tentativo di rimonta del Pescara che resta ultimo con il tecnico Breda sempre piu’ in bilico.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Il Pescara pareggia col Brescia 1-1

Finisce in parità il match tra Brescia e Pescara. Brescia in vantaggio al 16′ grazie …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *