La Globo Giulianova torna da Padova con i due punti in tasca

Convincente vittoria della Globo Giulianova che ha colto il primo successo nella seconda fase violando, con il punteggio finale di 69-76, il parquet casalingo della UBP Padova. Un +7 anche fin troppo stretto per quanto visto in campo lungo i 40′ di gioco. I ragazzi di coach Zanchi hanno infatti controllato la gara fin dalle prime battute, arrivando ad accumulare anche 16 punti di vantaggio (39-55) nel corso del terzo periodo. Con a referto ben quattro giocatori in doppia cifra, impreziositi dai 23 punti di Alberto Cacace, la Globo Giulianova ha dato dimostrazione di una gran prova di squadra, vincendo anche la gara a rimbalzo (32 a 24) e chiudendo con una valutazione complessiva di 91 contro 64 dei padroni di casa.
Prima metà gara scoppiettante quella vista sul parquet del PalaSport Gozzano di Padova. La Globo offensivamente girava a meraviglia e, grazie alle triple di Panzini e ai canestri di Cacace, al 5′ era già sul 7-18. Padova si aggrappava al suo giovane lungo Dia, che con sei punti guidava i suoi al -4 di fine primo quarto (19-23).
Giulianova impiegava poco per ristabilire le distanze. Il buon contributo offensivo di Tersillo e i punti di Thiam, salito a quota 7, guidavano i giallorossi al +8 del 15′ (24-32). La doppia cifra di vantaggio si scavallava poche azioni dopo quando, con il primo canestro della gara del capitano Di Carmine, Giulianova volava sul +12 (24-36). Il massimo vantaggio della prima metà gara arrivava al 18′ (30-43) grazie alle incursioni di Dron e ai canestri di Cacace, giunti rispettivamente a 10 e 11 punti personali.
Chiusa la seconda frazione sul 36-47,  al ritorno in campo dopo la pausa lunga gli attacchi si inceppavano, tanto che il tabellone si sarebbe mosso solo quasi a metà terzo periodo. Thiam con tre punti in fila (17 punti e 10 rimbalzi a fine gara) portava infatti la Globo sul +14 (36-50). Il massimo vantaggio della gara arrivava al 16’40 grazie a un Tognacci da 5 punti in meno di un giro di lancette (39-55). Padova a un passo dal baratro si affidava alle triple di Cecchinato e Chinellato, che permettevano di ridurre lo svantaggio fino al 48-57 del 30′.
Negli ultimi 10′ Giulianova si riportava, con le triple di Cacace (4/7 in totale dalla lunga distanza) e con il primo canestro della gara di Spera, sul +14 (48-62) dando un deciso indirizzo alla gara. I padroni di casa, con i soliti Campiello e Chinellato sugli scudi, non mollavano comunque la presa avvicinandosi al 33’40 sul -7 (55-62) e al 37’30 sul -9 (62-71), ma entrambe le volte erano respinti dall’ottima vena realizzativa di Cacace. Negli ultimi minuti la Globo, con la partita ormai in tasca, controllava il punteggio fino al definitivo 69-76.


Guerriero UBP Padova – Giulia Basket Giulianova 69-76 (19-23, 17-24, 12-10, 21-19)

Guerriero UBP Padova: Giacomo Cecchinato 14 (2/4, 3/5), Andrea Campiello 12 (3/5, 1/5), Mamoudou Dia 10 (5/5, 0/0), Eros Chinellato 8 (1/3, 1/5), Edoardo Scattolin 6 (1/2, 1/1), Davide Andreaus 6 (1/1, 1/2), Nicola Bombardieri 6 (0/1, 2/3), Marco Borsetto 3 (1/3, 0/0), Nicolò Cazzolato 2 (1/4, 0/1), Matteo Coppo 2 (1/4, 0/1), Alessandro Tognon 0 (0/1, 0/0), Andrea Zocca 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 10 / 16 – Rimbalzi: 24 6 + 18 (Mamoudou Dia, Edoardo Scattolin 5) – Assist: 20 (Eros Chinellato 5)

Giulia Basket Giulianova: Alberto Cacace 23 (4/4, 4/7), Iba koite Thiam 16 (4/8, 0/0), Gabriel Dron 11 (4/7, 0/3), Federico Tognacci 10 (0/4, 2/4), Lorenzo Panzini 6 (0/1, 2/6), Gianluca Di carmine 4 (2/3, 0/2), Matteo Tersillo 4 (1/2, 0/0), Andrea Spera 2 (1/3, 0/1), Federico Malatesta 0 (0/0, 0/0), Niccolò Lurini 0 (0/0, 0/0), Fabio Scarpone 0 (0/0, 0/0), Andrea Epifani 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 20 / 23 – Rimbalzi: 32 12 + 20 (Iba koite Thiam 10) – Assist: 21 (Gianluca Di carmine 7)

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Salto a Ostacoli, l’abruzzese Di Properzio nella squadra italiana children in Coppa delle Nazioni

Maria Francesca Di Properzio, 12 anni, giovanissima amazzone cresciuta nella scuderia La Cordijana di San Giovanni Teatino, sarà l’unica abruzzese …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *