Tennis, Ginestra (Fit): pensavamo di poter riaprire prima

“Sinceramente ci aspettavamo, essendo il nostro uno sport individuale a basso impatto, di poter riprendere il 4 maggio, quando invece potranno tornare ad allenarsi, nel singolo, solo gli atleti di interesse nazionale che nel nostro caso per l’Abruzzo poi non sono molti. Chiaramente pero’, e lo dico anche da medico, la salute resta la prima cosa per cui continuiamo a lavorare per il 18 maggio”. Lo ha dichiarato il presidente regionale della Federazione Italiana Tennis Luciano Ginestra che rappresenta in Abruzzo oltre 11mila tesserati che svolgono la loro attivita’ in 77 Circoli tennis. “Siamo in continuo contatto con Roma e ovviamente con i nostri dirigenti e associati. Domani terremo un Consiglio Federale in video conferenza per fare il punto della situazione, considerando le diverse problematiche che si sono create con questo stop. Attendiamo l’ok all’attivita’ per il ritorno all’attivita’, considerando che, nell’ambito di questa emergenza sanitaria, per noi sara’ importante e anche delicato gestire la ripresa delle scuole tennis dove sono impegnati i piu’ piccoli, e dunque garantire e far rispettare loro tutte le misure sanitarie”. Sulla lettera inviata da gestori di circoli e Maestri di tennis al presidente della Regione Marsilio e all’assessore allo Sport Loris, per chiedere certezza sulle riaperture dei circoli, Ginestra ha aggiunto: “Si tratta di una iniziativa condivisa e comprensibile perche’ chiaramente e giustamente c’e’ preoccupazione per il futuro dopo quasi due mesi di sto”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Il Pescara perde col Venezia e sprofonda verso la serie C

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *