25 novembre, le associazione del Comitato Pro-Filanda: Contro ogni violenza sulle donne.

“Quest’anno la ricorrenza la viviamo bloccate e bloccati dalla violenza del virus. E non osiamo immaginare che cosa possa significare una convivenza forzata nelle case con uomini adusi a relazioni dispari e prepotenti. Per questo riteniamo ancora più importante non solo ricordare e sottolineare la data, ma riflettere su quanto possa essere decisivo che le Istituzioni creino o rafforzino, anche finanziariamente, i luoghi di ascolto e sostegno delle vittime.  La violenza contro le donne non nasce dalle difficoltà materiali, che certo non aiutano, ma ancora risiede nei rapporti dispari fra uomo e donna, laddove uomini, solo perché tali, ritengano di essere portatori di “diritti” e libertà maggiori rispetto all’altra metà del cielo. Ma la marcia per la pari dignità e pari diritti non la ferma nessuno. Nel mentre sottolineiamo con soddisfazione l’elezione della prima Vice-presidente donna negli Stati Uniti, che, con orgoglio tutto europeo, possiamo affiancare alle tante governatrici di alta carica nel nostro continente, mai potremo distrarci dalla memoria delle tante vittime di violenza, che nei ricordi si affollano, e delle tante lotte che ancora devono essere combattute. Qui a Pescara abbiamo anche da portare a compimento la storia della “rinascita” simbolica e valoriale della vecchia Filanda, di lana e seta, la cui lotta solo la pandemia ha potuto rallentare, ma che non ha perso per strada nessuna delle sue mille ragioni, nessuna forza, nessuna delle moltissime volontà o sigle a sostegno. Siamo convinte che la “memoria” pubblica e onorata di quell’umile, ma determinante presenza lavorativa delle donne della Filanda dell’inizio secolo, sia un indispensabile contributo a che si riscriva la storia della città e del suo futuro, senza dimenticanze o rimozioni amputanti. A Regione e Comune chiediamo di confermare gli impegni assunti in decine d’incontri, anche come riconoscimento alla lotta “non violenta” condotta, con pari dignità ed in totale armonia, da tutte le Associazioni firmatarie”, così un una nota le associazione del Comitato Pro-Filanda (Italia Nostra Pescara e Regionale Abruzzo – UDI Pescara – MILA donnambiente – SPI Cgil Pescara – CGIL Camera Sindacale di Pescara – INU Abruzzo Molise — OCA Dd’A (Osservatorio Partecipazione Cittadinanza Attiva Pescara) –- Commissione Pari Opportunità, Comune Pescara – Galina Caminante — Associazione Libertà e Giustizia – FIAB Pescarabici – Carrozzine Determinate – Legambiente Abruzzo — Associazione Ville e Palazzi dannunziani – Comitato Stop al cemento – Comitato Abruzzese del Paesaggio — Accademia Musicale pescarese – Comitato Oltre il Gazebo no filovia — Ambasciatori della Fame — ANFE delegazione provinciale Pescara — Associazione La Frangia — AUSER Pescara – Spazio Donna Abruzzo — FAI Abruzzo e Molise — Archeoclub Pescara — WWF Chieti-Pescara — Touring Club Pescara – Associazione FORM ART — L.A.A.D. – Pescara Tutela – UIL Abruzzo Mobbing e Stolking)

 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

In tre anni Civitella Alfedena diventa Comune Riciclone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *