Blasioli e Paolucci (Pd): La Giunta Marsilio propone un contributo di 150mila euro per Caramanico, ma dimentica tutti gli altri Comuni colpiti dalla chiusura delle Terme

“Il gruppo PD in Consiglio Regionale sostiene da settimane l’opportunità di un fondo per alleviare il peso del caro energia su famiglie, imprese piccole e grandi, e impianti sportivi maggiormente energivori. Abbiamo appoggiato la battaglia dei 17 Sindaci del versante della Maiella che in Provincia hanno chiesto a gran voce un sostegno per le amministrazioni comunali, specie quelle montane, che più di tutte utilizzano il riscaldamento. Abbiamo inoltre perorato, anche con degli emendamenti mai approvati, la necessità di ristori appropriati per alberghi, ristoranti e b&b di Caramanico e comuni limitrofi (San Valentino, Roccamorice, Salle, Abbateggio, Sant’Eufemia e Lettomanoppello), strutture che stanno risentendo pesantemente della chiusura delle Terme e continuano a patire l’inerzia di questa Giunta regionale”. Lo affermano i Consiglieri Regionali  del Partito Democratico Antonio Blasioli e Silvio Paolucci.

 

“Ieri nel corso della conferenza dei capigruppo siamo venuti a conoscenza che la Giunta Marsilio, nel corso del Consiglio Regionale di domani, ha intenzione di proporre un emendamento che prevede l’erogazione al solo comune di Caramanico di un contributo pari a €. 150.000,00 per lo sviluppo del turismo invernale, fondi destinati fondamentalmente all’allestimento del consueto Villaggio di Natale, giunto ormai alla terza edizione. Dal canto nostro, continueremo a rivendicare lo stanziamento di risorse contro il caro-energia e in favore delle attività del comprensorio della Maiella compromesse dalla chiusura delle Terme. Soddisfatte queste esigenze, nel caso poi dovessero avanzare fondi, non potremo che accogliere favorevolmente il sostegno a Caramanico e la riproposizione di un’iniziativa che speriamo possa contribuire ad animare le strade del borgo e a generare indotto per attività economiche e commerciali. Tuttavia va evidenziato come la misura rappresenti un semplice palliativo per il periodo festivo, e sia distante anni luce dai ristori adeguati e tempestivi invocati da un settore, quale quello turistico-ricettivo, affetto da una crisi profonda, essendo venuta meno, con l’interruzione delle attività termali, una parte caratterizzante e strutturale dell’offerta turistica abruzzese. La Giunta Marsilio dimentica però che le terme hanno svolto negli anni una funzione attrattiva non solo per Caramanico ma anche per l’intero territorio circostante. Non a caso lavoratori stagionali, esercizi commerciali e strutture ricettive legate allo stabilimento termale sono presenti in tutti i Comuni del versante pescarese della Maiella, che è caratterizzato da un forte tasso di integrazione e lavora ormai da tempo in una logica comprensoriale: ambiente e benessere di Caramanico, Beni culturali e arrampicata sportiva di Roccamorice, commercio e tipicità di San Valentino, il borgo di Abbateggio, la pietra di Lettomanoppello e via dicendo. Per questo motivo – nel ribadire le priorità: aiuti contro il caro energia e fondi per le strutture ricettive della Maiella, che la manovra regionale non contempla affatto -, chiederemo comunque con un emendamento di incrementare la somma individuata, al fine di estendere il contributo anche ad Abbateggio, Lettomanoppello, Roccamorice, Salle, Sant’Eufemia e San Valentino, affinché l’intero comprensorio possa beneficiare di questo sostegno per il periodo natalizio e risultare altresì valorizzato nella sua coralità, favorendo la promozione e la vendita di pacchetti turistici invernali”. 

 

 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Natale insieme: le iniziative dell’Associazione Culturale pORTAperta di Piano d’Orta

L’Associazione Culturale pORTAperta, in collaborazione con il supermercato Todis di Piano d’Orta, vi aspetta alla …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *