Chieti, Comitato Civico Salute Pubblica: molte criticità su prestazioni assistenza extraospedaliera

Con una lettera a Diego Ferrara, Sindaco di Chieti e al Direttore Generale dell’AUSL Lanciano-Vasto-Chieti Thomas SCHAEL, il Comitato Civico di Salute Pubblica evidenzia diverse criticità nell’erogazione delle prestazioni per l’assistenza extraospedaliera nel territorio cittadino.

Ecco il testo completo della lettera:

Egregio Signor Sindaco,

in nome e per conto del Comitato Civico “Salute Pubblica” di Chieti Le chiedo di fissare al più presto, impegni Suoi permettendo, una riunione URGENTE con il Direttore Generale della AUSL Lanciano- Vasto-Chieti l’ingegnere Thomas SCHAEL per la programmazione di provvedimenti tesi a risolvere la criticità di risposte assistenziali esistenti nel territorio del Comune di Chieti per quanto riguarda i bisogni di salute di primo livello della popolazione teatina.

Bisogni di salute di primo livello che attualmente afferiscono all’Ospedale Clinicizzato di Colle dell’Ara andando a sovraccaricare le prestazioni sanitarie urgenti mediche e chirurgiche erogate dall’Ospedale clinicizzato già in sofferenza per la necessità di aver dovuto stravolgere l’organizzazione interna volta ad assistere i pazienti affetti da COVID aumentando i posti letto nei reparti di terapia intensiva, di terapia semi-intensiva, di malattie infettive e di pneumologia.

Bisogni di salute di primo livello che dovrebbero essere invece erogati da una rete sanitaria territoriale che a Chieti è deficitaria per la insufficienza erogativa della sede distrettuale esistente nella parte alta della città e la mancanza erogativa da circa due anni di una sede distrettuale nella parte dello scalo della città.

C’è quindi necessità di:

  • potenziare la sede erogativa distrettuale nella parte alta della città;

  • individuare al più presto i nuovi locali dove collocare la sede erogativa distrettuale nella parte dello scalo della città ormai inesistente da circa due anni.

In attesa che vengano individuati i locali, si spera al più presto, ove riattivare la sede erogativa nella parte dello scalo cittadino, si deve una volta per tutte, potenziare la sede erogativa nella parte alta della città cominciando a dare applicazione innanzitutto alle delibere regionali ed aziendali fino ad ora rimaste INAPPLICATE.

Ci si riferisce:

  • alla Delibera Giunta Regionale n° 771 del 22.11.2016 avente per oggetto “Programmazione AFT e UCCP in AUSL Lanciano-Vasto-Chieti”; (vedere allegato 1);

  • alla Delibera AUSL Lanciano-Vasto-Chieti n° 05 del 05.01.2017 avente per oggetto “Attuazione Delibera Giunta Regionale n° 771-2016 (Decreti Commissariali per UCCP e AFT MMG-PLS e CA)”; 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Turismo, comune di Fossacesia al lavoro per la stagione estiva 2021

“Sostenere la ripartenza di un settore come il turismo che ha sofferto in modo particolarmente …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *