Pescara, Il Comune vara long-list di partner per sviluppo Transizione digitale e Tecnologie

L’assessore Eugenio Seccia: <Non possiamo restare indietro, dobbiamo
farci trovare pronti ad affrontare  le sfide che l’innovazione ci pone dinanzi>

La Cooperazione Territoriale Europea (CTE ) rappresenta oggi un modello di governance che ha già realizzato, e promette ancora per il futuro, ricadute a livello locale grazie a una rete di collaborazione e di scambio delle esperienze fra territori simili. Nel periodo di programmazione appena concluso (2014-2020), la CTE ha offerto numerose opportunità e Pescara non vuole essere da meno, ma per questo è necessario, meglio dire indispensabile, farsi trovare pronti a mettere in campo progettualità al passo con le sfide che la stessa agenda europea pone davanti alle pubbliche amministrazioni. Si tratta più in generale di progetti che riguardano l’agricoltura sostenibile, l’efficientamento energetico e l’utilizzo di fonti rinnovabili, l’implementazione del trasporto sostenibile, lo sviluppo dell’innovazione tecnologica, la formazione e internazionalizzazione delle imprese, la lotta all’inquinamento e ai cambiamenti climatici, le forme di economia circolare particolarmente riferite alla gestione del ciclo dei rifiuti, la protezione e valorizzazione del patrimonio naturale e culturale per finalità turistiche. Un insieme di ambiti che però non possono prescindere dalla comune cornice della tecnologia digitale che è la leva evidente per l’implementazione delle performances. In questa direzione il Comune di Pescara – con l’assessorato all’Innovazione tecnologica e digitale coordinato da Eugenio Seccia  – ha inteso dar vita, sulla scia  del progetto CTE del Mise (Ministero dello Sviluppo Economico), a un avviso pubblico (già pubblicato sul sito istituzionale del Comune www.comune.pescara.it e disponibile fin dalla home-page)  volto all’acquisizione di manifestazioni di interesse per formazione di una long-list di potenziali partner per la partecipazione a progetti in ambito ITC in partenariato o collaborazione con l’ente.

<Il Comune – ha dichiarato questa mattina Eugenio Seccia – vuole avere in caldo una long-list per presentare progetti sull’innovazione e avere quindi pronto all’uso un elenco, aggiornato di continuo, di partner qualificati per procedere con rapidità a stilare proposte tecniche e progetti che possano cogliere in modalità efficiente le occasioni che si manifestano tramite bandi e programmi nazionali ed europei. In questo senso possiamo inoltre valorizzare anche le realtà d’impresa e professionali abruzzesi che sono presenti e che hanno già dimostrato nel settore ICT, in Italia e all’estero, di essere altamente competitive. Insomma oggi tutto si gioca sulla qualità e sulla velocità delle progettazioni e come Comune vogliamo essere all’altezza. In questo caso l’assessorato che rappresento ha voluto puntare sullo sviluppo di idee progettuali da promuovere su bandi pubblici di specifico interesse nell’ambito delle Tecnologie e della Transizione Digitale. E la logica del partenariato è ritenuta un valore aggiunto in ottica comunitaria>.

La Long List è suddivisa nelle sezioni sotto elencate, in base al settore di riferimento:
· Cybersecurity
· IoT
· Intelligenza artificiale
· Sviluppo applicativi
· Blockchain
· Robotica
· Videosorveglianza
· Edge Computing
· Tecnologie quantistiche.

La documentazione deve essere inoltrata esclusivamente mediante posta elettronica certificata all’indirizzo: protocollo@pec.comune.pescara.it – Settore Transizione Digitale e Demografici con il seguente oggetto: “Manifestazione di interesse per la partecipazione a progetti in partenariato con il comune di Pescara in ambito ICT”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Teatro dialettale al Teatro Massimo nella Giornata Mondiale del Donatore di Sangue

Uno spettacolo teatrale in vernacolo dialettale, è così che Fidas Pescara festeggia il ventennale della …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *