Servizio civile: 12 posti disponibili per i giovani pescaresi tra i 18 i 28 anni

Il nuovo bando del Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale della Presidenza del Consiglio dei Ministri sarà presentato a Pescara mercoledì 2 dicembre.

La U.I.L.D.M. (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) organizza un incontro di orientamento on line dedicato al Servizio Civile Universale e al progetto di operatività sociale promosso dalla Sezione UILDM di Pescara per n.12 posti disponibili.

L’appuntamento ha l’obiettivo di far conoscere il Servizio Civile Universale e di fornire indicazioni sulle modalità di partecipazione al nuovo bando, che sarà pubblicato nelle prossime settimane dal Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Attraverso il Servizio Civile Universale ragazzi e ragazze tra i 18 e i 28 anni avranno la possibilità di fare un’esperienza utile alla propria crescita e alla propria formazione, e al tempo stesso di dedicare un anno al servizio degli altri.

UILDM è un’associazione no-profit del Terzo Settore, che da più di 50 anni opera su tutto il territorio nazionale, grazie ad oltre 60 sezioni locali e a centinaia di volontari, ed è il punto di riferimento per le persone affette da distrofie e altre malattie neuromuscolari.

Migliorare la qualità della vita vuol dire aiutare le persone con disabilità nella loro lotta quotidiana per l’inserimento sociale, fornendo loro opportunità di crescita umana e culturale. Elemento fondamentale di supporto a queste attività sono i volontari in Servizio Civile: giovani tra i 18 e 28 anni che scelgono di fare con UILDM un percorso di crescita comune.

L’incontro si terrà mercoledì 2 dicembre dalle 16:30 alle 18:00, con modalità on line. I temi che saranno trattati sono: che cos’è il Servizio Civile; i progetti presentati dalla Sezione della UILDM “Federico Milcovich” di Pescara; le modalità di candidatura; diritti e doveri del volontario; durata del servizio civile; testimonianze di protagonisti (OLP, volontari, ex volontari, altre figure referenti).

I giovani interessati a partecipare all’incontro possono prenotarsi compilando il form: https://forms.gle/8ZWZU9kaGv1nDBYKA

Riceveranno il link necessario per l’accesso alla piattaforma su cui si terrà l’evento informativo. Per ulteriori informazioni si può contattare la e-mail serviziocivile@uildm.it, o visitare i siti www.uildm.org o www.quantoseiutile.it.

In tutto il lungo periodo dell’emergenza Covid, gli attuali operatori volontari UILDM di Pescara-Chieti del Servizio Civile Universale stanno tenendo attivi i servizi ai disabili e alle loro famiglie.

Dei veri e propri angeli che trasmettono anche la speranza che presto si ritorni alla “normalità” della vita prima della pandemia.

Il Dipartimento per le politiche giovanili del Ministero a causa dell’emergenza aveva sospeso i progetti che sono poi stati riattivati a partire dal 16 aprile. In questo periodo particolare i volontari della UILDM stanno utilizzando la tecnologia, computer e cellulare, per continuare a rimanere in contatto costante con tutti gli utenti, attraverso videochiamate per condividere insieme un’attività, svolgere compiti di doposcuola o di supporto allo studio, oppure con delle semplici telefonate per assicurare ascolto, conforto, compagnia.

La sezione UILDM “Federico Milcovich” con i suoi volontari del servizio civile, svolge una media di 70 interventi settimanali di assistenza domiciliare per un totale di circa 9000 ore di assistenza annue gratuite per i disabili del territorio delle province di Pescara e Chieti. Gli obiettivi-progetto di assistenza domiciliare servono a favorire la mobilità delle persone con disabilità, aumentare il livello di autonomia delle attività di vita domiciliari, favorire la partecipazione della persona disabile ad attività di tipo sociale, culturale, ricreativo, sportivo, migliorare i servizi di informazione, consulenza, orientamento.

Il Covid-19 ha bloccato anche un importante progetto della UILDM che si auspica di riprendere al più presto. Si tratta del progetto “A Scuola di Inclusione: Giocando Si Impara” a cura del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, insieme con il Comune di Pescara. Partendo proprio dalla sensibilizzazione dei bambini e dei ragazzi sul tema dell’inclusione, l’obiettivo finale del Progetto è quello di creare aree gioco alla portata di tutti, con l’installazione di giochi accessibili ai bambini con disabilità. Per la città di Pescara è previsto un intervento nel parco pubblico “Pineta Dannunziana Comparto 2” in collaborazione con il Comune e l’istituto comprensivo Pescara 6 di Via Scarfoglio.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

102 anni per Maria Domenica Lanuti, la nonna di Roccamontepiano.

 Un compleanno da record per Maria Domenica Lanuti, di Roccamontepiano, che ieri ha festeggiato lo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.