Stato di agitazione dei medici proclamato da Intesa Sindacale

“Dopo la nota allegata del 27 giugno u.s. che invitava l’Assessore alla Salute a convocare una riunione urgente con le OO.SS. rappresentanti i medici di Medicina Generale convenzionati con il Servizio Sanitario Nazionale, necessaria a definire nuove modalità di erogazione della attività ambulatoriale presso le sedi della Continuità Assistenziale della nostra Regione,  è stata costretta, per non aver ricevuto nessun riscontro, a proclamare lo stato di agitazione dei medici del settore”. Lo afferma il Responsabile regionale di Intesa Sindacale, Dottor Walter Palumbo.

“Stato di agitazione che porterà davanti al Signor Prefetto di L’Aquila, che ringraziamo, mercoledì mattina 15 luglio p.v. l’Assessore alla Salute e la Organizzazione Sindacale per comporre la questione legata alla riattivazione della attività ambulatoriale svolta dalla Continuità Assistenziale così come prevede la nota di convocazione allegata. Attività svolta in questa fase nonostante non siano stati rinnovati gli accordi aziendali che avevano attivato l’attività ambulatoriale, presso le sedi di Continuità Assistenziale della nostra Regione da parte dei medici in esse operanti, dopo la sottoscrizione nel novembre 2017 di un accordo fra l’allora Assessore Regionale alla Sanità dottor Silvio Paolucci, i Direttori Generali delle AA.UU.SS.LL. e i responsabili regionali delle OO.SS. rappresentanti la medicina convenzionata in riferimento al comma 3 dell’articolo 7 dell’Accordo Integrativo Regionale della Medicina Generale approvato con Delibera di Giunta Regionale n° 916 del 09.08.2006. Attività ambulatoriale che può essere erogata ambulatorialmente solo dopo apposita sottoscrizione di un accordo con le OO.SS., rappresentanti la medicina convenzionata, visto che i medici di Continuità Assistenziale possono svolgere, secondo l’Accordo Collettivo Nazionale vigente (art. 67 ACN del 23 marzo 2005 e s.m.i.), SOLO prestazioni assistenziali a domicilio nel territorio di competenza. Questa volta chiediamo che l’accordo necessario sia regionale e sia recepito con delibera di Giunta Regionale per evitare nuove sospensioni della attività e per avere, in particolare, certezza di finanziamento costante nel tempo della stessa”.

In allegato:
Nota Prefettura L’Aquila 08.07.2020 (Prot. n° 0035605) Convocazione Assessore Salute e Intesa Sindacale incontro 15.07.2020 per Proclamazione stato agitazione

Chieti 6 luglio 2020 Lettera Intesa Sindacale per proclamazione stato di agitazionei per questione attività ambulatoriale CA

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Pescara, a settembre tornerà disponibile un’ala della scuola media Antonelli

A settembre nella scuola media Antonelli di Pescara l’attività didattica potrà riprendere regolarmente in alcune …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *