Arci, al via il congresso nazionale a Pescara

 “Agire contro le paure” è il tema al centro del 17/o congresso nazionale dell’Arci, che si è aperto oggi a Pescara e che si concluderà il 10 giugno, con le votazioni dei documenti congressuali e le elezioni degli organismi dirigenti. In Abruzzo sono accorsi 530 delegati, in larga parte giovani, provenienti da ogni parte d’Italia. “Ci interroghiamo su come sia possibile ricostruire un pensiero e un consenso – ha detto Francesca Chiavacci, presidente nazionale dell’associazione culturale più grande del Paese, con un milione di soci e 4.401 circoli – che vadano oltre la testimonianza e non siano solo elementi di una battaglia minoritaria”. Nel corso della prima giornata congressuale, dopo i saluti delle autorità locali, Chiavacci ha tenuto una lunga relazione, esponendo le proprie preoccupazioni per la “matrice chiaramente di destra” del nuovo Governo, in particolare sul fronte dell’accoglienza, dell’immigrazione e dei diritti civili. La presidente nazionale dell’Arci si è detta preoccupata per “l’atteggiamento del nuovo esecutivo nei confronti del terzo settore, che in passato è stato trattato dal M5s come casta o peggio come ladri”. Critiche anche al centrosinistra, “che spesso ci ha trattato con snobismo” e che “ha perso credibilità rinunciando alla corrispondenza tra valori e fatti”. Molto duro l’affondo contro l’ex ministro dell’Interno, Marco Minniti, “che sull’immigrazione ha scherzato con il fuoco, dimenticando che alla brutta copia si preferisce sempre l’originale”. A seguire il collegamento skype con Paola e Claudio Regeni, quindi gli interventi di Carla Nespolo, presidente nazionale dell’Anpi, e del console dello stato di Palestina, Nidal Thawabeh, che ha dato il via all’approfondimento dedicato ai popoli che lottano per l’indipendenza e i diritti. Si è svolta inoltre una Tavola rotonda con i presidenti della associazioni che fanno parte della Federazione Arci e l’intervento del presidente di Avviso Pubblico. In chiusura serata di musica brasiliana, dedicata all’ex presidente Lula, con l’intervento di Clarice Coppetti, militante del PT e del Comitato italiano Lula Livree. La giornata clou sarà sabato, quando interverranno al congresso, tra gli altri, Maurizio Martina, Nicola Fratoianni, Susanna Camusso e Don Luigi Ciotti. 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Writer italiani arrestati in India, a giudizio venerdì

I quattro italiani arrestati in India si trovano in custodia di polizia a Mumbai, nel …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.