Ater Pescara sanzionata dall’Anac, i vertici pagheranno 1.000 euro a testa

I vertici dell’Azienda Territoriale per l’Edilizia Residenziale di Pescara (Ater) sono stati sanzionati dall’Autorita’ Anticorruzione per mancata trasparenza e attivita’ anticorruzione nell’ente. E’ quanto si evince dalla delibera N.238 dell’11 maggio 2022, approvata da Anac. Dopo approfondite verifiche e contestazioni sollevate da Anac nelle settimane scorse, i vertici di Ater si sono mostrati del tutto inadempienti, senza avviare nemmeno le minime procedure necessarie per adempiere agli obblighi di legge. Ciascun componente del consiglio d’Amministrazione, oltre al presidente e ai componenti dell’organo collegiale incaricato illegittimamente di funzioni di Responsabile Anticorruzione, dovranno pagare di tasca propria una sanzione pecuniaria pari a mille euro ciascuno per complessivi seimila euro. L’autorita’ fa presente anche che, dal 2020 al 2022, alcuni professionisti esterni nominati parte dell’organismo di vigilanza dell’ente, hanno accettato l’incarico illegittimo di Responsabile Anticorruzione percependo emolumenti aggiuntivi alla retribuzione, senza pero’ fare nulla per mettere l’ente in regola a quanto stabilito dalla legge in fatto di trasparenza e anticorruzione. Anac ha accertato, pertanto, culpa in vigilando, rilevando – come viene riportato dalla delibera N. 238 “gravita’ dell’infrazione, rilevanza degli adempimenti omessi, contestuale omissione di piu’ di uno dei provvedimenti obbligatori, reiterazione di comportamenti analoghi a quelli contestati, opera svolta per l’eliminazione o attenuazione delle conseguenze dell’infrazione contestata”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Chieti, anziana salvata dall’incendio di un palazzo

Un incendio è divampato nella tarda serata di ieri in un palazzo a Chieti. I …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *