Avevano acceso braciere per scaldarsi in casa, intossicati a Chieti

Due uomini di 37 e 44 anni sono rimasti intossicati dal monossido di carbonio che si è sviluppato da un braciere che avevano acceso in casa a Chieti per potersi scaldare. I due sono ricoverati al policlinico Gemelli di Roma, in condizioni non gravi.

I due, che lavorano come operai edili a Chieti, ieri sera hanno acceso il braciere, prima di addormentarsi. Uno dei due questa mattina si è sentito male e resosi conto di ciò quanto accaduto è riuscito ad allertare i soccorsi. Sul posto sono giunti il 118, i Vigili del Fuoco e una Volante della Polizia. Inizialmente portati al Pronto Soccorso del policlinico di Chieti, sono stati successivamente trasferiti al Gemelli.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Sanità, gli operatori del 118 all’aeroporto di Pescara

Gli operatori del 118 di Chieti dal 1° febbraio gestiscono il Primo Soccorso Aeroportuale all’Aeroporto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *