Carne non tracciata in un ristorante di Pizzoferrato, multato dai carabinieri forestali

I carabinieri forestali di Villa Santa Maria hanno comminato sanzioni amministrative per 1.500 euro ad un ristoratore di Pizzoferrato. Nell’ambito dell’attività di eradicazione della peste suina, i militari hanno rinvenuto nei congelatori dell’attività ricettiva carni di origine sconosciuta, a quanto pare, pronta per essere somministrata al consumatore. Le verifiche sono state eseguite in ottemperanza dell’ordinanza 4/2023 del commissario straordinario alla Peste suina africana (Psa), Vincenzo Caputo, che ha disposto una intensificazione dei controlli anche sulla carne di cinghiale e derivati.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Furti in centro, due denunciati a Pescara

La polizia di Pescara avrebbe individuato 2 persone ritenute responsabili di diversi furti consumati in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *