Coronavirus, centinaia di tamponi in zona rossa pescarese

Centinaia di tamponi saranno effettuati nella zona rossa pescarese, con l’obiettivo di contrastare la diffusione del coronavirus. Sono tutte residenti nei cinque comuni dell’area con maggiori restrizioni: Penne, Montebello di Bertona, Farindola, Civitella Casanova e Picciano. Al lavoro cinque team della Asl di Pescara, composti da un medico e un tecnico, che stanno eseguendo i test casa per casa, per limitare quanto piu’ possibile gli spostamenti di potenziali contagiati. Le attivita’, gia’ iniziate, andranno avanti anche nei prossimi giorni. Sono oltre 700, nella zona rossa pescarese, le persone in isolamento domiciliare: coloro che sono risultati positivi al Covid-19 e sono in sorveglianza attiva della Asl, soggetti che hanno avuto contatti con dei contagiati e altri con sintomi specifici. Per l’esecuzione dei tamponi la Asl si sta dando delle priorita’, concentrandosi in particolare sulle persone con sintomi e su coloro che hanno avuto contatti conclamati con pazienti Covid-19. L’azienda sta inoltre implementando l’attivita’ di sorveglianza sanitaria nei confronti dei soggetti risultati positivi, ma asintomatici, cosi’ da sottoporli precocemente a eventuale terapia ed evitare le forme piu’ acute della patologia. Il tutto con un duplice obiettivo: da un lato il benessere del paziente, dall’altro evitare il ricorso al ricovero, allentando cosi’ la pressione sugli ospedali. Prosegue, infine, l’attivita’ di monitoraggio da parte della Asl sulle case di riposo presenti sul territorio provinciale. Verifiche costanti sono in corso nelle strutture in cui sono emersi dei casi positivi, prevedendo il trasferimento in ospedale degli ospiti con sintomi piu’ acuti. 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Incidente stradale per un ciclista di 41 anni

Un ciclista di 41 anni è rimasto ferito nel tardo pomeriggio di ieri in un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.