Esplodenti Sabino, una perizia sulle morti del 2020

Il gup del Tribunale di Vasto, Anna Rosa Capuozzo, ha disposto una perizia nell’ambito dell’udienza preliminare che vede dieci imputati, compresa la società, per la morte di tre lavoratori avvenuta a causa dell’esplosione avvenuta a Casalbordino alla Esplodenti Sabino il 21 dicembre 2020. Le consulenze della Procura e delle Difese sono giunte a conclusioni opposte. L’accusa principale, per tutti gli imputati, è cooperazione colposa in omicidio colposo, per colpa generica consista in negligenza, imprudenza e imperizia e per colpa specifica consistita nella violazione di diverse norme antinfortunistiche. Gli imputati sono il legale rappresentante e presidente del Cda della Esplodenti Sabino spa, quattro consiglieri di amministrazione, il direttore dello stabilimento, il responsabile del servizio protezione e prevenzione, il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, il capo reparto, la società in persona del legale rappresentante, società che è sottoposta a procedimento penale per responsabilità amministrativa per omicidio colposo plurimo.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Paziente morta per un’infezione, la Asl Pescara risarcisce i familiari con 900mila euro

La Asl di Pescara è stata condannata a risarcire oltre 900mila euro ai familiari di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *