Falsi esami medici, ginecologo denunciato dal Nas

I Carabinieri del Nas di Pescara hanno segnalato alla Procura della Repubblica di Chieti un medico chirurgo specialista in ostetricia e ginecologia, dipendente della Asl di Lanciano-Vasto-Chieti, in quanto accusato dei reati di truffa aggravata e falsita’ materiale commessa dal privato in atto pubblico. Le indagini, relative a fatti avvenuti tra il 2016 e il 2019, sono partite da una querela di una paziente gia’ visitata in una struttura pubblica dall’indagata, indirizzata poi per un controllo verso una struttura privata, in cui le venne eseguito anche il ‘pap test’. Alla paziente, che lamentava il ritardo dell’esito dell’esame, venne poi inviato dal medico su whatsapp il referto di un laboratorio analisi di Pescara, con una serie di errori che hanno indotto la donna a chiedere direttamente informazioni al laboratorio, scoprendo di non essere nell’elenco dei test refertati dalla struttura. Da qui la denuncia, che hanno portato il Nas a scoprire numerosi episodi di falso, attraverso referti riportanti sia l’intestazione di un laboratorio analisi privato, che quella della UOC Anatomia Patologica dell’O.C. SS Annunziata di Chieti, segnalati alla procura.

Il provvedimento di sospensione emesso dal gip riguarda solo l’attivita’ privata della ginecologa per la durata di 12 mesi.

Nei confronti dell’indagata – le cui condotte penalmente rilevanti sono riferibili sola alla propria attivita’ libero-professionale, e non a quella di dipendente pubblico – il GIP del Tribunale di Chieti ha emesso la misura del divieto temporaneo di esercitare la professione di medico.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Scuola, FLC CGIL Abruzzo Molise: servono le risorse del recovery fund

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *