I cambiamenti climatici e l’inquinamento dell’aria preoccupano oltre il 50 per cento dei cittadini

I cambiamenti climatici e l’inquinamento dell’aria sono i temi ambientali che preoccupano oltre il 50 per cento dei cittadini tra il 2019 e il 2021. Seguono lo smaltimento dei rifiuti e l’inquinamento acqua (intorno al 45 per cento). E’ quanto emerge da un report dell’Istat sulle preoccupazioni ambientali e comportamenti ecocompatibili. Oscilla tra il 12 per cento e il 13 per cento la percentuale di persone che considerano l’inquinamento acustico, quello elettromagnetico e il deterioramento del paesaggio tra le prime cinque preoccupazioni per l’ambiente. Nel 2021 l’effetto serra preoccupa il 34,9 per cento delle persone di 14 anni e piu’, dal 57,9 per cento del 1998. I cambiamenti climatici preoccupano il 52,2 per cento della popolazione (36,0 per cento nel 1998). Nel 2021 – aggiunge Istat – oltre la meta’ dei cittadini esprime preoccupazione per la qualita’ dell’aria, quota pressoche’ stabile dal 1998 (primo anno di rilevazione). I cittadini sono molto attenti alla conservazione delle risorse naturali. Tra il 2019 e il 2021 oltre il 67 per cento degli intervistati dichiara di fare abitualmente attenzione a non sprecare energia, circa il 65 per cento a non sprecare l’acqua. Nel Mezzogiorno si e’ piu’ propensi a non usare prodotti usa e getta (23,2 per cento delle persone di 14 anni e piu’ nel 2021) e ad acquistare prodotti a chilometro zero (29,6 per cento). Al Nord si evita soprattutto la guida rumorosa per mitigare l’inquinamento acustico (52,4 per cento) e si usano di piu’ i mezzi di trasporto alternativi (19,9 per cento).

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Ex patron del Gruppo Metec assolto dalle accuse di frode fiscale

Si è concluso con un’assoluzione il processo davanti al Tribunale di Pescara per frode fiscale a carico …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *