Interviene nella lite fra i genitori e uccide il padre

Ha ucciso il padre nel tentativo di separarlo dalla violenta discussione con la madre. E’ successo la notte scorsa in un appartamento a Silvi Marina. La vittima, Giovanni Di Martino, meccanico in pensione, aveva 73 anni: e’ morto qualche ora dopo l’arrivo all’ospedale di Atri, dove era stato ricoverato in gravissime condizioni. Secondo una prima ricostruzione fatta dai carabinieri, il figlio della coppia, un architetto di 46 anni che conviveva con i genitori, sarebbe intervenuto nella lite scoppiata tra padre e madre, tra i quali spesso ci sarebbero stati episodi simili. Nel tentativo di separare i due, avrebbe afferrato il padre per il collo, sbattendogli la testa piu’ volte contro un tavolino. E’ stato poi lo stesso figlio a soccorrere il pensionato e ad accompagnarlo d’urgenza all’ospedale di Atri, dove pero’ l’anziano e’ morto per i gravi traumi riportati. Dopo le formalita’ di rito nella caserma dei carabinieri di Silvi Marina, l’uomo e’ stato posto in stato di fermo di polizia giudiziaria con la contestazione di omicidio preterintenzionale. 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Sanità, gli operatori del 118 all’aeroporto di Pescara

Gli operatori del 118 di Chieti dal 1° febbraio gestiscono il Primo Soccorso Aeroportuale all’Aeroporto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *