Lanciano, aperta inchiesta sui decessi per coronavirus nella Rsa

La Procura di Lanciano ha aperto un fascicolo d’indagine contro ignoti per verificare eventuali responsabilita’ sul focolaio di contagio all’istituto religioso per anziani ‘Antoniano’ della citta’, dove ci sono stati 98 casi di positivita’ al Covid e 8 anziani ospiti deceduti, l’ultimo oggi. La pandemia e’ esplosa a inizio novembre dopo l’arrivo dell’esito dei tamponi effettuati il 30 e 31 ottobre. La struttura era gia’ sofferente del numero di personale socio sanitario e infermieri. In totale sono rimasti infetti 26 operatori e nella Rsa e’ tuttora emergenza, sia pure con situazione stabile, non trovandosi infermieri, nonostante i vari appelli lanciati dal direttore sanitario, Evandro Tascione. La Procura vagliera’ anche il comportamento delle autorita’ amministrative e sanitarie competenti.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Pescara, monitoraggio dei passaggi sulle piste ciclabili

Raccogliere dati e sviluppare un sistema di conoscenze che fornisca una base per la programmazione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *