Maltrattamenti in famiglia, dai domiciliari in struttura sociale al carcere

È stato tradotto nella casa circondariale di Lanciano  il 33enne di Montesilvano agli arresti domiciliari in una struttura sociale di Casalbordino. Il 12 agosto l’uomo, in custodia cautelare per maltrattamenti in famiglia, non è stato trovato dai carabinieri nella struttura sociale indicata dal giudice per l’udienza preliminare del tribunale di Pescara che gli aveva accordato i domiciliari. In breve, l’uomo è stato rintracciato in paese ed arrestato per evasione. Ieri, lo stesso giudice ha disposto, come prevede la legge, di recente introdotta in caso di evasione conclamata, ed ha ripristinato la custodia cautelare in carcere.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Acqua, a fine febbraio il punto sulle risorse idriche

Il Presidente dell’Aca Giovanna Brandelli rimanda a febbraio la possibilità di valutare la consistenza della …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *