Maxi rissa tra due rami di una famiglia a Lanciano, 17 denunciati

Il gip di Lanciano Riccardo Audino ha disposto un ordine di custodia cautelare per 11 persone appartenenti a due rami di una famiglia rom che il 26 giugno scorso hanno partecipato a una maxi rissa a Lanciano, con sei feriti, scaturita per annosi e vari motivi di contrasto famigliare e patrimoniale, per il possesso di un alloggio Ater.

L’operazione Santa Rita, dal nome del quartiere dove la rissa e’ avvenuta, vede in totale 17 denunciati, tra cui tre donne e un minore. Durante l’indagine di polizia, coordinate dalla Dirigente Lucia D’Agostino, sono stati sequestrati bastoni, stampelle di metallo, cric di auto, mazze di legno e una cassetta metallica della posta con i quali i due gruppi si sono picchiati.

Con l’accusa di rissa aggravata e lesioni, su richiesta del pm Francesco Carusi, sette di loro sono finiti ai domiciliari mentre 4 hanno ottenuto l’obbligo di presentazione giornaliera in Commissariato. Nei giorni scorsi altri due rom erano stati arrestati su disposizione del tribunale di Sorveglianza che aveva revocato un provvedimento di affidamento ai servizi sociali.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Pronto soccorso a Pescara, l’appello di Albani: non andare per tamponi o patologie banali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *