Minaccia con ascia la ex picchiandola, condannato a 6 mesi in Appello

Un 58enne di Castel di Sangro è stato condannato a 6 mesi in Appello per le violenze inflitte alla ex. La pena è stata ridimensionata rispetto alla condanna a circa 24 mesi di detenzione per aver minacciato, con l’ascia, la sua ex convivente. I fatti risalgono a 6 anni fa e, oltre alle minacce con l’ascia, il 58enne colpì con un pugno al volto la donna, rompendole dei denti. L’aggravante, cioè l’indebolimento permanente dell’organo della donna causato dalle violenze, è caduta nel corso del processo in Corte d’appello all’Aquila. La sentenza penale ha disposto il pagamento delle spese di giudizio in 1200 euro a carico del condannato.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Rifiuti e contaminanti su fiumi, Provincia di Pescara ordina la rimozione

La Provincia di Pescara ordina la messa in sicurezza delle aree limitrofe la discarica Tremonti …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *