Minaccia la madre della fidanzatina e fuma uno spinello davanti ai carabinieri

I Carabinieri del Comando Stazione Carabinieri di Rosciano hanno arrestato in flagranza di reato un ragazzo di 19 anni, residente a Manoppello, per il reato di resistenza a Pubblico Ufficiale e deferito per oltraggio a Pubblico Ufficiale e guida senza patente.

Questa la ricostruzione degli avvenimenti da parte dei Carabinieri. L’intervento è partito dalla segnalazione di una donna residente a Rosciano che, spaventata per le minacce ricevute, era molto preoccupata poiché il fidanzato della figlia minorenne avrebbe detto che da lì a poco si sarebbe presentato a casa sua con l’intento di portare via la fidanzatina, noncurante della volontà della donna, contraria al rapporto sentimentale tra i due giovani.

I Carabinieri di Rosciano hanno bloccato il ragazzo nei pressi dell’abitazione della donna che aveva richiesto l’intervento, accertando anche che il ragazzo, sebbene non avesse mai conseguito la patente di guida era alla guida di un’autovettura, violazione che prevede oltre al fermo amministrativo del veicolo anche una sanzione pecuniaria di 5.100 euro. I Carabinieri hanno notato anche il ragazzo, con grande noncuranza e spregiudicatezza, seduto all’interno dell’abitacolo della macchina armeggiava con qualcosa tra le mani, che si appurava essere uno spinello, che accendeva dopo averlo confezionato.

Lo stesso, noncurante delle conseguenze a cui si sarebbe esposto, avrebbe provocato i militari che lo hanno perquisito. La reazione del ragazzo non ha impedito il sequestro della sostanza stupefacente. Il giovane è agli arresti domiciliari.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

10eLotto, vinti 20mila euro a Cepagatti

Il 10eLotto nelle estrazioni del weekend ha premiato le persone che hanno puntato sulla decina …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *