Minorenne cade dai pattini sulla pista di ghiaccio, Comune di Bussi condannato a risarcire il danno

Cade dai pattini sulla pista di ghiaccio fratturandosi il perone destro e il Comune di Bussi è stato condannato a risarcire il danno. L’incidente risale al 2018 e vede come protagonista un minore “non dotato di attrezzature adeguate e non assistito correttamente dal personale”, ha sentenziato il tribunale civile di Pescara.

Per gestire la struttura, allestita per le festività natalizie nel dicembre 2018, il Comune aveva bandito un concorso estraendo a sorte il personale.

“Gli attori danneggiati hanno assolto il proprio onere probatorio, dimostrando il nesso causale tra la pista di pattinaggio e il danno subito dal figlio minore non essendo necessario provare anche, come erroneamente eccepito dal Comune, che la caduta del minore fosse da ricondurre all’inappropriata dimensione del gambaletto, piuttosto che ad altre possibili cause”, ha scritto la giudice nella sentenza civile, attribuendo la responsabilità dell’infortunio all’ente locale che ha attrezzato la pista, con un investimento di circa 20mila euro, facendola gestire a terzi. L’amministrazione della val Pescara ieri è stata condannata dalla giudice civile Patrizia Medica al risarcimento dei danni ai genitori del giovane, da liquidarsi in 100 euro per ogni giorno di invalidità temporanea totale del minore.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Furti in centro, due denunciati a Pescara

La polizia di Pescara avrebbe individuato 2 persone ritenute responsabili di diversi furti consumati in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *