Pedopornografia, arrestato nel Teramano 43enne con 400 file

Aveva piu’ di 400 file con minori intenti in atti autoerotici o partecipanti a rapporti sessuali, anche di gruppo. Un 43enne della provincia di Teramo, disoccupato, e’ stato arrestato dalla polizia postale di Pescara per detenzione di materiale pedopornografico. Durante una perquisizione eseguita su delega della procura della Repubblica dell’Aquila, gli agenti hanno trovato e sequestrato una notevole quantita’ di dispositivi informatici, tra cui pc, tablet e chiavette usb.

Il materiale pornografico era nascosto in spazi di cloud intestati al 43enne, che sono stati individuati dai poliziotti grazie a un’approfondita ricerca virtuale condotta durante la perquisizione informatica. Le indagini della Polpost di Pescara sono partite da una segnalazione del circuito internazionale di cooperazione in materia di contrasto allo sfruttamento dei minori online. Le indagini proseguono sia per identificare le giovanissime vittime sia per scovare gli altri pedofili coinvolti nelle violenze sessuali.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Coldiretti, in Abruzzo al via semplificazione procedure vendita diretta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *