Penne, arrestato stalker che molestava la commessa di un supermercato

I Carabinieri di Penne  hanno arrestato in flagranza, per il reato di atti persecutori, l’uomo di 61 anni,  che il 21 dicembre 2023, in possesso di un coltello a serramanico, opponendo resistenza ai militari, era stato fermato nei pressi di un noto supermercato del posto. 

Le indagini promosse a seguito dell’arresto hanno dato modo di appurare che la costante presenza dell’uomo all’interno del supermercato  aveva un fine specifico e particolarmente inquietante: quello di molestare costantemente una giovane ragazza, in servizio nell’esercizio commerciale. Già da più di un mese erano continue le vessazioni e le avance dell’arrestato che, con pressante presenza e continui appostamenti sul luogo di lavoro della giovane ragazza, avevano ingenerato in lei un perdurante stato d’ansia e di paura per la propria incolumità. Dichiarazioni d’amore deliranti, effusioni non corrisposte e molteplici bigliettini manoscritti.

A seguito dell’arresto dell’uomo avvenuto il 21 dicembre, la ragazza prendeva pienamente coscienza della forte pericolosità dell’uomo (che in tasca, al momento dell’arresto aveva l’arma bianca sequestrata) e maturava, grazie al dialogo con i militari della Compagnia che le illustravano le garanzie che il nuovo quadro normativo garantisce a tutela delle vittime per i reati di questa natura, la consapevolezza di dovere procedere penalmente nei confronti del suo stalker. Così, sporta la querela ed alla luce dei successivi accertamenti che confermavano il pericoloso quadro paventato dalla vittima, i militari della Stazione di Penne hanno avviato una serie di accertamenti e di servizi mirati a tutelare la ragazza e ad evitare che i pericolosi comportamenti potessero degenerare e mettere a repentaglio l’incolumità fisica e psichica della giovane vittima.

I militari della Stazione grazie ad un servizio predisposto all’interno del supermercato, volto ad osservare gli eventuali comportamenti dell’uomo, arrestavano nella flagranza di reato il predetto, sorpreso a porre in essere atteggiamenti aggressivi e verbalmente violenti nei confronti della ragazza che, sul proprio luogo di lavoro, continuava a subire atteggiamenti persecutori.

L’arrestato, assolte le formalità di rito è stato tradotto presso le camere di sicurezza del Comando Compagnia, in attesa delle determinazioni dell’Autorità Giudiziaria.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Vendeva cocaina nel suo bar, arrestato il titolare del locale a Teramo

I carabinieri di Teramo hanno arrestato il titolare di un bar che nel suo locale …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *