Pescara, tenta di rapinare una tabaccheria poi si pente e torna indietro

Tenta di rapinare un commerciante, ma non riesce  e se ne va. Poi torna indietro e chiede scusa ma questo non lo mette al riparo da una denuncia. E’ successo a Pescara, in una tabaccheria in via Tiburtina. Un uomo ha minacciato la titolare con un collo di bottiglia e si è impossessato della somma di euro 700 circa, custodita nella cassa.  L’esercente, aiutata da un dipendente, ha reagito cercando di bloccare il rapinatore che ha mollato il denaro, continuando però ad impugnare il coccio di bottiglia. Non riuscendo a spuntarla si è  dato alla fuga. Qualche minuto dopo, però, mentre la commerciante  era in attesa dell’arrivo della polizia, il rapinatore è tornato sul posto chiedendo più volte scusa per il gesto compiuto. Subito dopo è stato individuato dagli agenti della Volante, mentre era fermo fuori dalla tabaccheria. L’uomo, 42 anni, residente a Pescara, è stato segnalato alla magistratura.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Sanità, gli operatori del 118 all’aeroporto di Pescara

Gli operatori del 118 di Chieti dal 1° febbraio gestiscono il Primo Soccorso Aeroportuale all’Aeroporto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *