Reddito di cittadinanza, scoperta e denunciata “furbetta” 63enne

Una 63enne di Pescara ha fornito false dichiarazioni per poter percepire il Reddito di cittadinanza, incassando quasi 20 mila euro. Nella richiesta del sostegno statale ha omesso infatti d’indicare che il figlio era agli arresti domiciliari per oltraggio a pubblico ufficiale. Nei confronti della donna sono scattati una denuncia delle forze dell’ordine per indebita percezione di erogazioni pubbliche, un sequestro preventivo delle somme ottenute illecitamente ed è stato avviato l’iter per la revoca del beneficio

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Chieti, patteggia la pena per i maltrattamenti alla moglie con calci e pugni

Un uomo di 76 anni ha patteggiato un anno e 4 mesi di reclusione, pena …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *