Roio (Garante anziani Comune Pescara): L’emergenza caldo deve determinare anche una emergenza anziani

“L’ondata di caldo torrido che in questo periodo sta investendo pesantemente il nostro territorio, costituisce un reale pericolo per la vita di migliaia di nostri concittadini anziani più deboli, soli e ammalati ed ovviamente incapaci a reagire e tutelarsi autonomamente. Anche la probabile interruzione nell’erogazione dell’acqua in certe zone periferiche e penalizzate della città unitamente alla difficoltà ad approvvigionarsi costituirà una cruciale complicazione nel superare questa terribile e per loro nefasta stagione”. Lo afferma il Garante degli anziani del Comune Pescara, dott. Giancarlo Roio.

“Già nelle precedenti estati passate frequenti sono stati i casi di anziani deceduti in condizioni di assoluto abbandono e solitudine nelle loro dignitose case e le cui morti, rilevate a distanza di giorni o settimane per il cattivo odore proveniente dalle abitazioni, vengono impropriamente definite “per cause naturali”, mentre in verità attengono colpevolmente e immoralmente a cause unicamente di cattiva politica sanitaria, sociale e amministrativa. Se accadesse di nuovo sarebbe ingiustificabile ed inaccettabile sapendo che tante sono le strutture pubbliche e private lautamente finanziate e preposte a fornire una preventiva azione di tutela e assistenza agli anziani più indigenti e bisognosi. Occorre pertanto prevenire questo rischio da parte dell’Autorità pubblica, rivolgendo in questa estate particolarmente torrida la giusta e straordinaria attenzione agli anziani più in difficoltà, anche evitando, in caso di eventuali malesseri passeggeri, situazioni di ulteriore criticità con lunghe permanenze in pronto soccorso, «parcheggiati» nei corridoi su letti improvvisati, lungo i muri, senza un minimo di privacy e senza l’assistenza di un famigliare e, abusando della loro naturale inabilità e mitezza, violare i loro legittimi diritti costituzionalmente sanciti. Infine rivolgo un accorato appello a tutti i concittadini più sensibili e generosi ad essere vigili rispetto a possibili condizioni di difficoltà e di bisogno di ogni vicino o conoscente anziano, assicurando umana e solidale assistenza ed allertando le Autorità in caso di necessità. Nella eventualità che riscontrassero eclatanti ed ingiustificati casi di calpestazione dei loro diritti e di indecorosa ed umiliante condizione di vita perché inadeguatamente assistiti o abbandonati, inviterei a segnalarmi queste deprecabili e inammissibili situazioni affinché io possa intervenire in applicazione di Leggi e Regolamenti troppo spesso ignorate e disattese: https://www.comune.pescara.it/unita-organizzativa/promotore-dei-diritti-del-cittadino-anziano “.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Atri, aperta la Porta Santa della Basilica

E’ stata aperta la Porta Santa della Basilica di Santa Maria Assunta ad Atri,  un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.