Scontri allo stadio di Francavilla, confermati gli arresti e 3 daspo 

Il giudice del Tribunale di Chieti Valentina Ribaudo ha convalidato oggi l’arresto differito operato dai carabinieri della Compagnia di Chieti nei confronti di 7 tifosi del Francavilla calcio, di eta’ compresa fra 19 e 40 anni, resisi protagonisti di tafferugli e scontri, con la tifoseria avversaria, prima dell’incontro di calcio casalingo con l’Aquila che si e’ disputato il 22 ottobre. Per tutti l’accusa formulata dal pm Giuseppe Falasca e’ di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni aggravate a pubblico ufficiale e lancio di materiale pericoloso in occasione di manifestazioni sportive: nello scontro fra le due tifoserie sono volate bottiglie, bastoni e accendini e due carabinieri hanno riportato contusioni guaribili in 5 e 7 giorni. Il giudice ha anche disposto nei confronti di tre tifosi gli arresti domiciliari e di altri quattro l’obbligo di firma e il Daspo. Il processo con il rito direttissimo e’ stato fissato per il prossimo 8 novembre. Dinanzi al palazzo di giustizia a Chieti, dove si e’ tenuta la lunga udienza di convalida, presenti diversi carabinieri e poliziotti, al loro arrivo i sette tifosi francavillesi hanno trovato una dozzina di tifosi del Chieti Calcio i quali per alcuni minuti ha esposto per solidarieta’ uno striscione del loro gruppo, che poi hanno rimosso. In mattinata presso il comando provinciale dei carabinieri di Chieti si e’ tenuta una conferenza stampa durante la quale il comandante provinciale, colonnello Lino Ciccarella, il maggiore Massino Capobianco, comandante della Compagnia carabinieri di Chieti e il maggiore Edoardo Commande’, che comanda il nucleo investigativo dei carabinieri de L’Aquila, hanno riscostruito sua la fase degli scontri pre partita sia l’attivita’ di indagine svolta successivamente e che, grazie ad alcune riprese video e fotografie, ha permesso di identificare sia i sette tifosi del Francavilla, sia i cinque dell’Aquila che pure sono stati arrestati alcune ore piu’ tardi nella loro citta’ perche’ ritenuti responsabili degli scontri. 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Tagliacozzo, incendio sul monte Civita

Un incendio è scoppiato tra i ruderi del Castello medievale a Tagliacozzo, sulla sommità del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.