Scuola, 2.723 unità in meno nell’anno 2022-2023

 La popolazione scolastica abruzzese, nell’anno 2022-2023, diminuira’ di 2.723 unita’ rispetto all’anno in corso: 859 in meno nel Teramano, 658 in meno nel Chietino, 622 nell’Aquilano e 584 nel Pescarese. Nel 2021 la popolazione scolastica era scesa di 2.073 alunni rispetto all’anno precedente. Lo rendono noto i sindacati Flc-Cgil e Cisl Scuola Abruzzo e Molise, dopo che l’Ufficio scolastico regionale ha comunicato gli organici del personale docente. Saranno meno di 165mila gli studenti che frequenteranno le scuole pubbliche abruzzesi. Un dato che, sottolinea la Flc-Cgil, “da solo documenta il grave problema della denatalita’, dello spostamento, che si accompagnano ad un esodo diffuso delle nuove generazioni”.

“Gli organici del personale docente – sottolinea Cisl Scuola – saranno sostanzialmente stabili, ma sicuramente insufficienti vista la previsione di non avere il cosiddetto ‘organico Covid’. Aumenta la possibilita’ per il prossimo anno di assumere a tempo indeterminato gli insegnanti di sostegno per 252 docenti, ma risulta comunque una minima parte, pari a circa il 10%, del personale effettivamente utilizzato ogni anno”. Entrambe le sigle evidenziano quello che definiscono il “dato piu’ preoccupante”: il decremento maggiore di alunni riguarda la scuola dell’infanzia, con 1.100 unita’ in meno, contro le -570 della scuola primaria, le -490 della secondaria di primo grado e le -560 unita’ della secondaria di secondo grado.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Chieti, daspo Willy per due anni per un giovane

Un giovane e’ stato raggiunto dal divieto di accesso negli esercizi pubblici e nei locali …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.