Sequestrate 2.100 piante di cannabis nel teramano

I finanzieri della tenenza di Nereto, con i colleghi del reparto operativo aeronavale di Pescara, hanno individuato e sequestrato a Nereto una piantagione di cannabis costituita da circa 2.100 piante altezza 2,5 metri, in piena fioritura. La piantagione si trova in una zona collinare a Sant’Omero, lungo l’argine del fiume Salinello. Secondo le Fiamme Gialle lo stupefacente una volta seccato, trinciato e immesso sul mercato avrebbe fruttato oltre 2 milioni di euro. Il campo, su un terreno demaniale fluviale, era dotato di un ingegnoso sistema di auto-irrigazione. Nell’area sono stati trovati anche fertilizzanti e attrezzi per la coltivazione. Le 2.100 piante, opportunamente sradicate, insieme all’attrezzatura, sono state sequestrate.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

E’ record di contagi accertati nelle ultime 24 ore a Pescara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *