Stalking, condannato a un anno per i messaggi alla ex dai domiciliari

Un uomo di 57 anni è stato condannato a un anno di reclusione perché accusato di atti persecutori nei confronti dell’ex fidanzata. La sentenza è stata emessa dal giudice monocratico del Tribunale di Chieti, Maurizio Sacco, la pena è in continuazione con una precedente condanna dell’uomo a tre anni di reclusione, già scontati, da parte della Corte d’Appello.

I fatti risalgono all’estate 2021 quando, secondo l’accusa, il 57enne, nonostante fosse agli arresti domiciliari nell’ambito di un altro procedimento a suo carico sempre per stalking nei confronti della donna, avrebbe usato i social per pubblicare frasi e messaggi che lasciavano intendere che fosse ancora a conoscenza di particolari della vita di lei. Ma le avrebbe anche fatto telefonate anonime di notte e le avrebbe invitato messaggi ingiuriosi, provocandole un perdurante e grave stato di ansia. L’uomo è attualmente sottoposto all’obbligo di dimora per un’altra vicenda.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Rissa al centro di accoglienza di Canistro, 3 arresti

Una rissa è scoppiata nel centro di accoglienza di Canistro tra richiedenti asilo ospiti di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *