Teramo, denunciata per aver tentato di introdurre salsicce imbottite di hashish in carcere

Una donna è stata denunciata dalla polizia penitenziaria del carcere di Teramo per aver tentato d’introdurre 70 grammi di hashish in carcere, consegnando un pacco di salsicce destinato al nipote detenuto. La signora è stata scoperta dai poliziotti del Reparto matricola/colloqui e lo stupefacente è stato sequestrato. A darne notizia è il Sindacato autonomo polizia penitenziaria (Sappe). “Ennesima brillante operazione messa a segno della polizia penitenziaria di Teramo, che opera nell’azione di contrasto all’introduzione e allo spaccio di sostanze stupefacenti nel penitenziario teramano”. Lo ha detto Giuseppe Pallini, segretario provinciale del Sappe. “Gli uomini della polizia penitenziaria hanno infatti rinvenuto della droga abilmente occultata tra gli alimenti, ben 35 salsicce contenenti 70 involucri da 1 grammo di hashish, contenuti nel pacco postale destinato al detenuto. La sostanza, già pronta per il consumo e la cessione, avrebbe senz’altro potuto minare all’ordine ed alla sicurezza del carcere, oltre a favorire le dinamiche criminose nel penitenziario”, ha concluso il sindacalista.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Sequestrata la cabinovia di Prati di Tivo

Il Tribunale di Teramo – Sezione Civile ha autorizzato “il sequestro giudiziario del ramo di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *