Terrorismo, condanna confermata per il talebano arrestato nel Chietino

La Corte d’appello dell’Aquila ha confermato la condanna a due anni di reclusione (pena sostituita con l’espulsione) del talebano, A.F., pakistano di 34 anni, inserito nel tessuto di Francavilla al Mare, (ex dipendente di un autolavaggio di Contrada Michetti, residente in via Nazionale Adriatica), arrestato nel dicembre 2021 dal Ros dell’Aquila, con l’accusa di essere un promotore di attivita’ terroristiche e di guerriglia.

L’inchiesta della Direzione Distrettuale Antimafia (Dda), firmata dal sostituto procuratore della Repubblica dell’Aquila, Simonetta Ciccarelli e dal Procuratore Michele Renzo ha passato al setaccio una gran mole di messaggi inneggianti ai nuovi rappresentanti talebani del neonato stato islamico in Afghanistan, lasciati dall’arrestato sul suo profilo Facebook e su altre piattaforme social. Per i giudici di secondo grado, “l’invio di link e dei video meglio descritti nella motivazione della sentenza appellata e quindi la condivisione con piu’ persone di materiale jihadista sono atti che attestano senza ombra di dubbio la volonta’ di fare adepti in favore di un gruppo associativo che ha tra i suoi obiettivi generalmente noti, quello di praticare atti di inaudita ed efferata violenza”. Infine, si legge sempre nella sentenza, “deve essere valorizzata la circostanza relativa al numero di contatti (41), trattandosi, a parere della Corte, di una cifra piu’ che congrua a concretizzare quel pericolo che costituisce il profilo offensivo della fattispecie”. Sempre come appurato dai carabinieri dell’Anticrimine il giovane A.F. sarebbe riuscito ad aggirare il diniego di restare in Italia come rifugiato politico attraverso la protezione sussidiaria. Non solo. Una volta trasferito a Bari per essere espulso, il pakistano ha continuato l’attivita’ di proselitismo che si e’ tradotta in una misura cautelare dell’arresto in carcere.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Controlli a Montesilvano, 7 patenti ritirate

Ben 7 sono state le patenti ritirate durante i controlli a Montesilvano ad altrettanti conducenti …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *