Truffa a un anziano nel Pescarese, un arresto e una denuncia

L’arrivo in casa del nipote di un anziano, vittima di una truffa appena consumata e la presenza in strada di alcune pattuglie a Villa Raspa di Spoltore ha permesso ai carabinieri di Spoltore di arrestare una giovane e denunciare un uomo per concorso in truffa ai danni di un anziano.

I due, di origini campane, hanno convinto un 86enne a pagare circa 8 mila 800 euro per liberare il figlio coinvolto in un falso incidente con feriti. Un sedicente maresciallo dei carabinieri ha telefonato all’anziano riferendogli che per evitare l’arresto del figlio avrebbe dovuto pagare del denaro e che si sarebbe presentata una donna, di lì a poco, per la riscossione della somma dovuta come risarcimento. Fortunatamente, un nipote della vittima è passato in quel momento a casa dello zio incrociando sull’uscio la donna poi arrestata e notando molto denaro sul tavolo dell’anziano parente. Nel frattempo, all’esterno del condominio i militari dell’Arma e la polizia locale stavano identificando il conducente di una Fiat panda di colore scuro noleggiata dai due. Nel corso dell’identificazione, l’uomo a bordo del mezzo è risultato avere numerosi precedenti penali.

Durante il controllo, i militari hanno notato una donna inseguita a piedi dal nipote della vittima che la indicava come la truffatrice.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Trovato in possesso di droga e di un coltello, denunciato a Pescara

Un 44enne è stato denunciato la scorsa notte a Pescara perché trovato in possesso di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *