Banche, 9 clienti su 10 insoddisfatti dalla chiusura delle filiali

Nove persone su 10 si dichiarano ‘insoddisfatte’ dalla chiusura delle filiali bancarie, con il 60% degli intervistati che continua a recarsi allo sportello ‘almeno una volta al mese’. E’ quanto emerge da un’analisi Uilca su 1.400 persone, parte della campagna ‘Chiusura filiali? No, grazie’ sul fenomeno della desertificazione bancaria. Il 70% dei partecipanti confessa di aver avvertito ‘molto’ la riduzione degli sportelli bancari e la percezione dell’abbandono dei territori. “Con la campagna ‘Chiusura filiali? No, grazie’ stiamo girando l’Italia e abbiamo l’opportunità di confrontarci con tante realtà diverse. Questo ci aiuta a comprendere meglio come il fenomeno della desertificazione bancaria viene vissuto dalle comunità e dalle persone”, ha detto il segretario generale Uilca Fulvio Furlan.

In Italia, dal 2018 al 2022, gli sportelli bancari sono diminuiti del 17,4% (-4.423), evidenzia la Uilca. Le persone senza banca sono il 6,8% del totale popolazione Italia e i comuni serviti da banche sono scesi del 10,9% (-583). Il trend negativo coinvolge anche l’aspetto occupazionale: 14.020 dipendenti in meno nel settore (-5%). Uilca ha lanciato un appello affinché istituzioni e politica riconoscano il problema e si trovino soluzioni condivise per affrontarlo e le banche recuperino il loro ruolo sociale nel Paese.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Zona economica speciale per il Mezzogiorno, sportello digitale attivo

“E’attivo da ieri, come previsto, lo Sportello unico digitale per le attività produttive nella Zona …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *