Bando per l’accesso ai contributi a favore delle imprese radiofoniche 

Il Consiglio regionale ha pubblicato il bando per l’accesso ai contributi a favore delle imprese radiofoniche locali colpite dalla grave crisi di liquidità per effetto del Covid-19 registrata nell’anno 2020. Le aziende interessate avranno a disposizione 30 giorni, calcolati a partire dal 1° dicembre, per inviare le domande. Lo stanziamento totale destinato agli aiuti è di 200mila euro che saranno concessi alle aziende del settore in proporzione al danno economico subito. Le contribuzioni possono variare da un minimo di ottomila euro a una massimo di diecimila e, in ogni caso, non potranno mai superare il valore assoluto della perdita di fatturato registrata in rapporto all’anno 2019. Le radio, per essere ammesse al bando, dovranno dimostrare di avere sede legale nella Regione Abruzzo e di essere regolarmente iscritte al ROC (Registro degli Operatori della Comunicazione) alla data del 31 gennaio 2020. “Non abbiamo voluto lasciare indietro nessun settore imprenditoriale, riconoscendo dignità anche alle imprese piccole e grandi che operano nel campo dell’informazione, della cultura e dell’intrattenimento. Con una delle ultime leggi approvate in Consiglio, abbiamo raddoppiato i fondi dedicati al sostegno alle radio, proprio perché crediamo nel loro profondo valore sociale e vogliamo tutelare questi presidi informativi che resistono in un mercato mediatico sempre più variegato e iperdigitalizzato”, ha dichiarato il presidente del Coniglio regionale, Lorenzo Sospiri.

I dettagli del bando e il modello di domanda possono essere consultati sul Bollettino Ufficiale Regione Abruzzo (BURAT) dell’1 dicembre 2023 o scaricati dal sito del Consiglio regionale al seguente link: https://www.consiglio.regione.abruzzo.it/. La procedura sarà gestita dagli uffici della Direzione Amministrativa.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Zona economica speciale per il Mezzogiorno, sportello digitale attivo

“E’attivo da ieri, come previsto, lo Sportello unico digitale per le attività produttive nella Zona …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *