Brioni Roman Style, gli esuberi scendono da 24 a 15

Scendono da 24 a 15 gli esuberi nei tre siti produttivi della Brioni Roman Style con il recupero di nove persone che saranno individuate nei tre stabilimenti. Lo rendono noto i sindacati Filctem-Cgil, la Femca-Cisl e la Uiltec-uil che, al termine della riunione, negli uffici della Regione Abruzzo, per l’espletamento in sede istituzionale della procedura di licenziamento collettivo ex artt. 4 e 24 della legge 223/9, parlano di “ennesima enorme perdita di posti di lavoro all’interno di questa azienda” e si definiscono “assolutamente insoddisfatti”.

“Le Organizzazioni Sindacali – si legge in una nota – hanno ribadito la loro posizione richiedendo il ritiro della procedura di licenziamento, ma l’Azienda ha di nuovo esplicitato ed argomentato la necessità da parte sua di mantenere la procedura aperta. Dopo ampia e animata discussione si è giunti ad una mediazione e si è esperita la procedura con un accordo che prevede la riduzione del numero degli esuberi da 24 a 15 recuperando di fatto 9 persone. Per i 15 esuberi rimasti sarà aperta una procedura di non opposizione al licenziamento a cui le persone interessate potranno aderire entro e non oltre il 20/01/2023 con un incentivo economico di 14.250, finito tale termine per coloro che non aderiranno alla procedura per non opposizione si attuerà la procedura di mobilità forzata”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Imprese, due bandi della Camera di commercio del Gran Sasso

La Camera di commercio Gran Sasso  lancia due nuovi bandi a sostegno delle imprese con …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *