Contratto Industria Alimentare, i sindacati: sciopero a partire dal 9 ottobre.

Image of packaged meat with woman hand in the supermarket

“Il 31 luglio è stato firmato il rinnovo del Contratto nazionale industria alimentare con tre associazioni datoriali, Unionfood, Ancit e Assobirra, ma non con le altre associazioni datoriali coordinate da Federalimentare. Dopo 11 mesi di trattative e dopo aver condiviso tutta la parte normativa, Federalimentare si è tirata indietro rifiutandosi di riconoscere 13 euro da erogare nel 2023. La mancata sottoscrizione del Contratto da parte di Federalimentare è puramente strumentale e ingiustificata che penalizza in modo inaccettabile le lavoratrici e lavoratori che non hanno mai smesso di produrre, in un periodo estremamente complicato, difficile e che, con enormi sacrifici, hanno garantito gli approvvigionamenti alimentari alle famiglie. Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil regionali Abruzzo Molise, stigmatizzano il comportamento miope e poco lungimirante di Federalimentare. La Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil nazionali hanno unitariamente proclamato lo stato di agitazione a partire dal 24 agosto in tutte le  aziende che non hanno firmato il rinnovo del contratto, con il blocco degli straordinari, delle flessibilità e delle prestazioni aggiuntive. Sono state programmate inoltre 4 ore di sciopero per ciascun turno di lavoro, a partire dal 9 ottobre prossimo.

Si tratta di un primo pacchetto di iniziative di lotta che avremmo volentieri evitato, tuttavia Federalimentare ed alcune federazioni ad essa associate si sono arroccate su posizioni irragionevoli ed immotivate che stanno impedendo una soluzione rapida e positiva della
vertenza, a danno delle migliaia di lavoratori e che durante il lockdown la stessa Condindustria definiva eroi. Le lavoratrici e lavoratori continueranno la mobilitazione con determinazione fino a quando tutte le associazioni datoriali firmeranno il contratto, nella consapevolezza che è un contratto dai contenuti innovativi e sostenibili, che aiuta la crescita e lo sviluppo del paese”.

 

Le Segreterie di Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil Abruzzo e Molise hanno organizzato un Attivo Unitario Regionale che si terrà nella mattinata del 25 settembre a Teramo presso la Sala polifunzionale della Provincia di Teramo in via Comi, 11.All’Attivo parteciperà il Segretario Nazionale Uila Pietro Pellegini in rappresentanza di Fai- Cisl, Flai-Cgil, Uila-Uil Nazionali.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Agroalimentare, sinergia con la Camera di Commercio Chieti-Pescara per sostenere le aziende

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *