Costa dei Trabocchi, nuovi fondi per punti vendita e approdi per i pescatori

Migliorare i luoghi di vendita diretta del pescato locale e adeguare gli approdi e i luoghi di sbarco per contribuire ad accrescere le economie dei pescatori del territorio. E’ con questo obiettivo che il Flag Costa dei Trabocchi ha riaperto i termini di due avvisi pubblici volti a finanziare interventi di realizzazione di punti vendita e l’adeguamento degli approdi nei Comuni della Costa dei Trabocchi, a beneficio delle comunità di pesca locali. Dopo la prima call dei mesi scorsi, alla quale hanno già partecipato con successo alcuni Comuni del territorio, avendo ancora a disposizione delle risorse, il consorzio che si occupa di promozione e sviluppo della pesca sostenibile e della costa ha deciso di aprire una seconda finestra per offrire un’opportunità in più. Beneficiari del bando sono in particolare Comuni e Organismi di diritto pubblico, gestori di servizi all’interno di porti e approdi o soggetti collettivi, purché rientranti o aventi sede legale nei Comuni costieri della provincia di Chieti.

Nel primo caso si tratta di una misura che rientra nell’Azione 1.A.3 “Terre di Mare – adeguamento di approdi e luoghi di sbarco” attraverso la quale il Flag, con la regia della Regione Abruzzo, ha messo a disposizione una dotazione finanziaria complessiva di 66 mila euro derivanti dal Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca (Po Feamp 2014-2020). I richiedenti potranno contare su un contributo massimo di 33.000 euro per ciascun intervento con lo scopo di migliorare e creare strutture per la caratterizzazione dei luoghi della pesca, acquisto di attrezzature e arredi funzionali a migliorare la gradevolezza dei luoghi della pesca (inclusi elementi di segnaletica e/o cartellonistica, aree attrezzate e percorsi) o riqualificare e migliorare le infrastrutture e la funzionalità di approdi e luoghi di sbarco già esistenti, potenziando la fruibilità e i servizi in favore dei pescatori.

Il secondo avviso, invece, rientra nell’Azione 1.A.2. “Luoghi di vendita del pescato locale. Infrastrutture per la filiera breve e la vendita diretta” che prevede una dotazione finanziaria di 50mila euro, sempre derivanti dal Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca (Po Feamp 2014-2020), per favorire la creazione e/o il miglioramento di spazi dedicati alla vendita diretta o sostenere l’acquisto di attrezzature per la vendita del pescato fresco, di semi lavorati da cuocere e di prodotti cucinati, da collocare in tali spazi.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Agroalimentare, sinergia con la Camera di Commercio Chieti-Pescara per sostenere le aziende

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *